Nuovo Regolamento E.B.M. Salute per i lavoratori Metalmeccanici PMI

 

 

Modificato il Regolamento delle prestazioni E.B.M. in vigore dal 01/09/2020 per i lavoratori dipendenti delle piccole e medie imprese associate ad UNIONMECCANICA.

Al fine di una più equa ridistribuzione delle risorse e consentire così l’accesso alle prestazioni ad una sempre più ampia platea di aziende, lavoratrici e lavoratori, è stata necessaria la revisione di alcune prestazioni, di seguito elencate:
– CARENZA PER MALATTIA: 105 euro Entro 3 mesi dal verificarsi dell’evento di carenza 1 prestazione ogni 10 dipendenti in forza;
– MALATTIA CONTINUATIVA: 250 euro al mese per un massimo di 6 mesi;
– NASCITA O ADOZIONE FIGLIO: 200 euro Entro 6 mesi dalla data di nascita o dalla data di avvenuta adozione.

– PERMESSI Ex L.104/1992 PER ASSISTENZA AI FIGLI E AI GENITORI NON AUTOSUFFICIENTI: 200 euro una tantum solo per figli o genitori e  richiedibile una sola volta (no anni successivi);
– PRESTAZIONE INAIL è stata eliminata;
– ISCRIZIONE FIGLI DEI LAVORATORI ALL’ASILO NIDO E NON PIU SCUOLA MATERNA: 200 euro per anno civile (1/1 – 31/12);
– SPESE PER I FIGLI DI LAVORATORI ISCRITTI ALLE SCUOLE MEDIE INFERIORI eliminate ;
– SPESE PER I FIGLI DEI LAVORATORI ISCRITTI ALLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI: 120 euro per anno scolastico;
– ISCRIZIONE DEI LAVORATORI O DEI PROPRI FIGLI ALL’UNIVERSITÀ: 200 euro per anno accademico. Per i lavoratori o i propri figli, assegnatari delle Borse diStudio di EBM, non sarà possibile richiedere il sussidio perl’A.A. successivo a auello del relativo Bando delle Borse diStudio.

Regolamentazione premio e ferie per i dipendenti delle Poste Italiane

Sottoscritti due accordi per i dipendenti delle Poste Italiane per la regolamentazione delle ferie e del premio di risultato

Vengono individuati gli importi unitari lordi del Premio di Risultato per l’anno 2020, distinti per livelli retributivi, secondo la suddivisione del personale Staff/Produzione e tali importi costituiscono, ad ogni effetto di legge e di contratto, retribuzione variabile correlata ad incrementi di Produttività, Qualità e Redditività aziendale.
Il Premio di Risultato prevede un pagamento del 80%, con successiva interpolazione lineare fino al 100%, al raggiungimento del valore soglia e fino al valore target dell’EBIT del Gruppo Poste Italiane; al raggiungimento del valore EBIT overperformance è previsto il pagamento del Premio di Risultato in misura pari al 105% degli importi unitari  che seguono . Il Premio non concorre alla determinazione del trattamento di fine rapporto e non concorre a formare retribuzione utile per il calcolo delle maggiorazioni per lavoro notturno, straordinario e festivo con o senza riposo compensativo, né per altri istituti retributivi indiretti o differiti.
Il Premio, per il corrente anno, verrà determinato ed erogato nei confronti del personale dipendente con contratto a tempo indeterminato e di apprendistato, che risulti in forza alla data del 31/12/2020 e avverrà con le competenze del mese di giugno 2021
Il dipendente potrà destinare – attraverso la piattaforma Welfare dedicata  una percentuale dallo stesso indicata, fino ad un massimo del 100%, dell’importo lordo spettante per l’anno 2020 e la quota di P.d.R. convertita in Welfare non concorrerà alla formazione del reddito e sarà, pertanto, escluso dall’imposizione fiscale e contributiva.

LIVELLI

Importo P.d.R. 2020

 Personale di Staff

Importo P.d.R. 2020

Personale di Produzione

Al 1.690 1.785
A2 1.607 1.697
B 1.767 1.867
C 1.766 1.866
D 1.759 1.859
E 1.796 1.898

In merito alle ferie, inoltre, si  stablisce che il periodo di ferie è programmato dalla Società, tenendo conto delle eventuali richieste del lavoratore, compatibilmente con le esigenze di servizio e, con riferimento alle funzioni di staff- periodi di chiusura collettiva in coincidenza del ferragosto e delle festività natalizie da realizzarsi attraverso l’utilizzo di ferie contrattuali.
Le Parti -confermando la propria condivisione del principio della fruizione dell’intero periodo di ferie entro il relativo anno di maturazione- convengono che relativamente alle ferie di competenza 2020, per le strutture di Staff vengano individuati per l’anno in corso i seguenti periodi di “ferie collettive”:
– dal 10 al 23 agosto 2020 (10 giorni lavorativi)
– il 7 dicembre -4 o 9 dicembre per le sedi di Milano, Melzo e Gorgonzola- (1 giorno lavorativo)
– dal 28 al 31 dicembre 2020 (4 gg. lavorativi).
Inoltre, chi non ha usufruito nel periodo da gennaio a luglio 2020 di almeno 5 giorni di ferie di spettanza del corrente anno, dovrà godere di ulteriori 5 giorni lavorativi di ferie nel periodo intercorrente dal 1 agosto al 6 settembre 2020 (ovvero del numero di giorni occorrente al raggiungimento del suddetto quantitativo).
Per i periodi sopra precisati, esclusivamente a causa di esigenze organizzative e produttive, le singole Funzioni aziendali interessate -coordinandosi con le competenti strutture RUO/RUA- potranno predisporre presidi minimi indispensabili, a seconda delle specificità professionali. Ai fini dell’individuazione delle risorse coinvolte dai presidi minimi, si procederà preliminarmente in base alle adesioni volontarie, secondo ordinari crit

Soppressione FONDINPS: procedura di liquidazione e subentro Fondo COMETA

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190/2020, il Decreto 31 marzo 2020 del Ministero del Lavoro, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, adottato ai sensi dell’art. 1, co. 173, della L. n. 205/2017 che dispone la soppressione della forma pensionistica complementare residuale istituita presso l’INPS di cui all’articolo 9 del Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 (FONDINPS). Il Fondo COMETA è la forma pensionistica cui affluiscono le quote di TFR dei nuovi iscritti taciti.

Il Decreto 31 marzo 2020 disciplina la procedura di liquidazione della forma pensionistica complementare residuale istituita presso l’INPS e la nomina del Commissario liquidatore.

Nuovi iscritti taciti
A decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto, FONDINPS è chiusa alle nuove adesioni.
Le quote di TFR maturando dei nuovi iscritti taciti, ai sensi dell’articolo 8, comma 7, lettera b), numero 3), del decreto legislativo n. 252 del 2005, affluiscono alla forma pensionistica complementare denominata «Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica, della installazione di impianti e dei settori affini» in forma abbreviata «COMETA», iscritta al n. 61 dell’Albo dei fondi pensione tenuto dalla COVIP.
La posizione individuale dei nuovi iscritti taciti, costituita presso il Fondo COMETA, può essere trasferita, su richiesta di questi ultimi, ad un’altra forma pensionistica complementare dopo che sia trascorso almeno un anno dall’adesione.

Soggetti già iscritti a FONDINPS
Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto in commento, il Commissario liquidatore di FONDINPS adotta, d’intesa con il Fondo COMETA, un apposito piano di attività per il passaggio a quest’ultimo Fondo delle posizioni individuali dei soggetti che risultano già iscritti a FONDINPS alla data di chiusura del Fondo alle nuove adesioni, per definire le tempistiche per la trasmissione delle anagrafiche inerenti ai datori di lavoro e agli iscritti; le tempistiche e le modalità per il trasferimento delle posizioni individuali degli iscritti e per la destinazione dei nuovi flussi contributivi relativi ai medesimi soggetti; le informative da attivarsi nei riguardi dei datori di lavoro e degli iscritti; i flussi informativi finalizzati ad assicurare la corretta operatività, senza soluzione di continuità, tra le due forme pensionistiche complementari; il termine per il completamento delle attività indicate nel piano, che non può essere superiore a sei mesi dalla data di entrata in vigore del decreto.
Tale piano di attività è poi trasmesso con immediatezza alla COVIP prima che inizi la sua attuazione.
Ai soggetti già iscritti a FONDINPS e trasferiti al Fondo COMETA è riconosciuto il diritto di trasferimento della posizione individuale ad altra forma pensionistica complementare da esercitarsi, in assenza di oneri, entro i sei mesi successivi alla ricezione di entrambe le informative.

Tutela
Al fine di assicurare un’adeguata tutela dei soggetti già iscritti a FONDINPS, nonché la piena conoscenza dei meccanismi di funzionamento del Fondo COMETA e dei diritti e degli obblighi connessi all’adesione allo stesso, in sede di trasferimento delle relative posizioni individuali al Fondo COMETA trovano applicazione le seguenti disposizioni:
– le posizioni in essere sono trasferite in un comparto che presenti le caratteristiche di cui all’articolo 8, comma 9, del decreto legislativo n. 252 del 2005;
– è fornita un’informativa ai datori di lavoro e agli iscritti a FONDINPS che contempli una sintetica descrizione delle disposizioni che hanno determinato la chiusura di FONDINPS e che fornisca gli elementi identificativi del Fondo COMETA;
– agli iscritti è comunicato il comparto di destinazione delle posizioni individuali e dei flussi contributivi futuri, unitamente a una descrizione delle relative caratteristiche;
– sono messi a disposizione degli iscritti i documenti e le informazioni previste dalle disposizioni COVIP relativamente alle adesioni che conseguono al conferimento tacito del TFR. 

Ulteriori disposizioni
Una volta completate le attività indicate nel piano di cui sopra, è trasferito al Fondo COMETA l’eventuale attivo residuo e il Fondo COMETA succede negli eventuali rapporti passivi ancora in essere, nonché la forma pensionistica FONDINPS è cancellata dall’Albo dei fondi pensione tenuto dalla COVIP.